/, Balsameria, Contorni, dolci, Eventi, liquori, News, Primi Piatti, Secondi Piatti/Le batterie, la dote delle figlie femmine

Le batterie, la dote delle figlie femmine

 Le batterie…la dote delle figlie femmine

La batteria è una serie di almeno 5 botti di dimensione decrescente, spesso fatte con legni diversi, che vanno dai 60 ai 15 litri. Per tradizione le batterie sono composte sempre da un numero di botti dispari. Il mosto cotto viene messo nella botte più grande da cui, anno dopo anno, viene travasata una quantità che passa nella botte immediatamente più piccola, a scalare fino ad arrivare all’ultima. Solo da qui potrà essere prelevato l’aceto balsamico tradizionale. L’intero processo di invecchiamento può durare da un minimo di 12 anni e arrivare anche oltre i 25 anni nella versione Extravecchio.

Le batterie non stanno in cantina come il vino ma nei solai ed hanno bisogno di escursioni termiche che arrivano a 50 gradi. Una batteria di botti di aceto balsamico tradizione rappresenta un patrimonio.

È  ancora in auge la tradizione che alla nascita di una figlia femmina venga impiantata una nuova batteria che, 25 anni dopo, diventa la dote che la sposa porta in matrimonio. Una dote molto ricca potremmo dire, considerato che, nel 2007, una bottiglia di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena da 100 cc venne battuta all’asta per la somma di 1.800 euro: calcoli alla mano, stiamo parlando di un valore di diciotto mila euro al litro!

2018-07-25T10:55:43+00:00